Oggi sul Corriere del Ticino c’è un ottimo articolo sui funghi. Secondo voi poteva mancare lo zampino della famiglia Rapanaro in merito? Da metà articolo in poi, il contributo di papà Franky e del sottoscritto rispettivamente riguardo alle cose da sapere quando si raccolgono e a come cucinarli 😉 L’intervista inizia così:

«Se trovate funghi che non conoscete ma vi incuriosiscono, raccoglieteli pure, ma fateli controllare dalle autorità, che di solito offrono consulenze gratuite». Il consiglio arriva da Franco Rapanaro dal blog gastronomico www.cucina.li del figlio, Andrea Rapanaro.

Per consentire un corretto riconoscimento è necessario separare le varie specie raccolte e trasportarle in contenitori rigidi (come cestini in vimini) o in sacchetti di tela, ma mai di plastica. I funghi da controllare devono essere interi (con gambo non reciso), freschi, sani, non bacati o ammuffiti.

[Continua sul Corriere del Ticino Online]

Andrea
Seguimi