Nella sezione “Gusto” del Corriere del Ticino online (o dell’app CDT Online per Android e iOS) trovate il mio ultimo articolo, nel quale ho cercato di spiegare in termini semplici e comprensibili cos’è la “CBT”, ovvero la Cottura a Bassa Temperatura (sottovuoto).

L’articolo da qualche cenno storico, parla della sua evoluzione e spiega i vantaggi principali che si possono riscontrare applicandola alla ristorazione e alla cucina casalinga.

Chi frequenta ristoranti, segue programmi di cucina o semplicemente ama cercare ricette online, si sarà senz’altro imbattuto almeno una volta nel termine “cotto a bassa temperatura”. CBT è l’acronimo codificato da Marco Pirotta nel 2009 e sta per “Cottura sottovuoto a Bassa Temperatura”. La CBT non è altro che la formalizzazione di un insieme di regole chiare e semplici per descrivere processi di una cottura molto particolare, che si effettua mettendo gli alimenti in buste, condizionandoli sottovuoto e cuocendoli in un bagno termostatico. […]

[Continua sul Corriere del Ticino Online]

Trovate l’articolo completo nella sezione “Gusto” del Corriere del Ticino Online

Seguimi

Andrea

Autore Principale at CucinaLi
Consulente informatico di professione, cuoco per passione, ideatore di #BilanciaLi, autore principale di CucinaLi do corsi di cucina una volta al mese e presto servizi come chef a domicilio. Orgoglioso padre di un giovanotto classe 2015 e una signorina classe 2018, ritaglio qua e la tempo libero per ideare e scrivere le mie ricette e farvi ingolosire con i miei gelati!
Andrea
Seguimi
Riassunto
Basse temperature, ma sapori al top
Articolo
Basse temperature, ma sapori al top
Descrizione
L'articolo parla dell'evoluzione della CBT e spiega i vantaggi principali che si possono riscontrare applicandola alla ristorazione e alla cucina casalinga.
Autore
Pubblicato da
CdT.ch
Logo