Oggi torniamo al capitolo antipasti con una ricetta rubata a mio zio 😉 Io vi do quella completa; il consiglio del Mario di oggi invece vi propone la versione “speedy” per chi non avesse voglia di passare il pomeriggio a fare blinis, marinare il salmone per 2 giorni e sbattersi a fare pure la senape.

I blinis sono dei mini-pancakes e la loro ricetta ha origini russe. Quella originale però, al contrario di questa, non contiene le patate. La versione di oggi li rende un po’ più saporiti e sostanziosi.

Il gravlax invece non è altro che il salmone (fresco) marinato in zucchero, sale e aneto. Una ricetta nordica che come risultato ha un salmone molto simile a quello affumicato. Se vi va di fare pure quello trovate una ricetta su questo sito, altrimenti lo trovate anche già pronto al supermercato.

Ingredienti (per 4 persone)

Blinis

  • 100g di latte
  • 20 g di lievito fresco
  • 100g di farina
  • 300g di patate
  • 3 uova
  • noce moscata
  • sale e pepe

Senape

  • senape
  • zucchero di canna
  • aneto
  • aceto bianco
  • olio extravergine d’oliva

Procedimento

Blinis

Fate bollire le patate ca. 15 minuti. Saranno pronte quando potrete bucarle con una forchetta. Mettetele da parte e lasciatele intiepidire. In un pentolino sciogliete il lievito nel latte appena tiepido.

DSC_1952 DSC_1953

Separate i tuorli dagli albumi e incorporateli al latte insieme alla farina setacciata. Rimestate bene. Il composto sarà abbastanza solido, quindi non vi preoccupate.

DSC_1951 DSC_1959

Montate i bianchi a neve fermandovi quando la consistenza è ancora un po’ morbida (come per i pancakes). Incorporateli quindi al resto dell’impasto e mescolate bene. La consistenza finale sarà morbida e cremosa.

Insaporite con sale, pepe e un pizzico di noce moscata e lasciate riposare per 30 minuti.

DSC_1963

Scaldate una padella antiaderente imburrata (o unta con un po’ di olio di semi di girasole) e versatevi l’impasto con un cucchiaino, lasciando che si formino dei piccoli dischi dal diametro di ca. 5 cm. Mantenete un fuoco medio per dare ai blinis il tempo di lievitare.

Nonappena vedete delle bollicine emergere dall’impasto, girate i dischi con la punta di un coltello dalla lama non affilata facendo attenzione a non rigare la padella (io uso un coltello per il burro). Appena girati vi consiglio di appiattirli un pochino facendo leggermente pressione con una spatola da cucina.

Se la padella è ben calda vi ci vorranno 30-45 secondi per lato.

DSC_1965 DSC_1966

Mettete da parte e manteneteli al caldo. Vanno serviti tiepidi.

DSC_1967 DSC_1968

Senape Dolce

Tritate al coltello un po’ di aneto fresco e untielo alla senape insieme allo zucchero di canna e a un cucchiaino di aceto bianco. Va un po’ a gusto quindi assaggiate e regolatevi voi con le quantità. Alla fine aggiungete un goccino d’olio per rendere la senape un po’ più cremosa.

DSC_1972

Impiattamento

Su ogni blini mettete uno strato di senape e una fettina di salmone. Guarnite con un po’ di aneto fresco e servite!

DSC_1973 DSC_1975

Buon appetito!
Rapowder

Il Consiglio del Mario

cuoco-occhiolinoOggi il Mario sostiene quelli che hanno poco tempo ma non vogliono rinunciare ad un bell’antipasto!

Marinare il salmone per 2 giorni? Impastare, far lievitare, fare dei mini pancakes? Fare addirittura la senape? Zeeeero!

Al supermercato trovate i blinis (non di patate, ma sono molto simili), il gravlax e anche la senape dolce 😉

Il mio voto alla ricetta
recipe image
Ricetta
Blinis di patate con gravlax e senape dolce all'aneto
Data di Pubblicazione
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Voto Medio dei Lettori
51star1star1star1star1star Based on 4 Review(s)